BENVENUTO, FUTURO!


BENVENUTO, FUTURO!
Domenica 19 novembre, 2^ domenica dell’ avvento ambrosiano, l’arcivescovo di Milano card. Pini, ha celebrato in Duomo la santa Messa invitando il mondo della scuola. Anche noi eravamo là fra le tantissime persone che hanno raccolto l’invito. Ci è stato affidato un compito che svolgiamo volentieri: portare nella nostra scuola, a tutti coloro che con diversi ruoli la vivono, il saluto, il pensiero, le benedizione del nostro arcivescovo.
Benvenuto, futuro! E’ stato questo il ritornello dell’omelia che ci ha dedicato. Siamo noi, gente di scuola, a proclamarlo ogni giorno, ci ha ricordato. Siamo noi che abbiamo a che fare con i bambini, con i ragazzi, noi con il nostro lavoro, la nostra passione , la nostra fatica a esclamare “Benvenuto, futuro!”
A noi viene chiesto di accompagnare i ragazzi a vivere come protagonisti la loro vita e quel pezzetto di storia che toccherà loro i attraversare.
Benvenuto, futuro! Anche se avvertiamo che nel futuro non ci sono solo promesse ma anche minacce. Ma la minaccia non è per fare paura piuttosto per spingere alla conversione e all’impegno: non possiamo permetterci di perdere una generazione, non possiamo permetterci di perdere nessuno.
Benvenuto, futuro! Senza retorica , senza ingenuo ottimismo, senza la presunzione di chi pretende di essere il protagonista e l’artefice onnipotente della sua storia perché confida nella sua scienza, nella sua ricchezza, nella potenza della tecnologia.
Benvenuto, futuro! Noi crediamo che Dio opera nella storia come alleato del desiderio degli uomi e delle donne di essere felici.
Benvenuto, futuro! Non si tratta della corsa che insegue la novità per la novità, ma del percorso audace e saggio che si appassiona all’impresa di custodire il mondo e di renderlo più abitabile.
Benvenuto, futuro! Un futuro che si alimenta della cultura ce fa tesoro del passato e si forma sulla sapienza per non piegarsi agli idoli del presente, per resistere alla seduzione dell’apparenza.
Benvenuto, futuro! Noi siamo cultori di una sapienza che aiuta a SPERARE!
Queste le parole che vogliamo conservare nel cuore.