IDEE NUOVE PER UN NUOVO QUADRIMESTRE


IDEE NUOVE PER UN NUOVO QUADRIMESTRE
Per il Santa Marta il secondo quadrimestre sarà vivace e ricco di iniziative. I docenti stanno lavorando al progetto “Risintonizziamoci”, una serie di tre giornate focalizzate sull’ imparare in modo alternativo. Le classi verranno coinvolte in percorsi per approfondire la capacità di sintonizzarsi con sé e con gli altri. La scuola ospiterà un musicista, un’esperta sul tema della Shoah, lascerà spazio ad attività artistiche e manuali inoltre verrà proposta la visione di un film.
Le prime e le seconde medie attendono con ansia l’uscita alla Coop “a piedi” per sentirsi grandi alle prese con una spesa intelligente e salutare.
Come tutti gli anni, la scuola parteciperà al concorso Kangourou di matematica per la scuola secondaria. Prendono il via gli esercizi!
La scuola offrirà agli alunni di terza la possibilità di assistere ad uno spettacolo al teatro Carcano degli incredibili Kataklò e a seguire le meravigliose opere di Picasso in mostra a Milano. Ma l’appuntamento da loro più atteso è sicuramente la gita di tre giorni che quest’anno avrà luogo in Toscana. Prime e seconde si accontenteranno di un’uscita di un giorno che riserverà loro molte sorprese.
C’è già fermento per le Miniolimpiadi, la sfida annuale che vede coinvolte le scuole paritarie Santa Marta di Roggiano, Milano, Chiavari e Vighizzolo e che si terranno il 24 Maggio a Como. Gli allenamenti sono già in corso e gli alunni scalpitano al desiderio di portarsi a casa un buon bottino. Le sfide di quest’anno riguarderanno l’atletica leggera: 100 metri, salto in lungo, lancio del vortex, 1000 metri e staffetta.
Presto le classi seconde saranno impegnate nel progetto affettività. Un’esperta conosciuta e apprezzata dalla scuola, accompagnerà i ragazzi per tre mattinate, informando e discutendo ogni dubbio e perplessità.
Buon lavoro, quindi, a tutti i ragazzi del Santa Marta. Dipenderà anche dalla loro partecipazione, dal loro entusiasmo, la riuscita di così tante proposte e dal loro impegno.
I ragazzi di giornalismo