Notizie

Gita di tre giorni nelle Marche

Gita di tre giorni nelle Marche

Cosa dire? E' stato davvero divertente trascorrere tre giorni, pur sotto una pioggia insistente, in alcuni angoli particolari delle Marche: siamo arrivati ad Urbino come prima tappa, abbiamo quindi assistito ad una lezione di storia raccontata attraverso strumenti e testimonianze reali di guerra presso il museo della linea Gotica, abbiamo visitato San Leo, San Marino e il museo della matematica a Pennabilli. Per concludere le nostre giornate abbiamo organizzato una sfilata e dei giochi di squadra: eravamo davvero instancabili! Ma soprattutto siamo stati insieme, per consolidare il nostro legame che ci ha uniti in questi tre anni di scuola media, nella consapevolezza che fra poco si chiuderà una pagina della nostra storia ma che ci lascerà un segno indimenticabile! Grazie a tutti.
Gli alunni delle terze medie
leggi tutto

Conosci Cantù, classe Quarta A

Conosci Cantù, classe Quarta A

Sfidando il cielo nuvoloso, ci incamminiamo con il nostro zainetto per le vie canturine, pronti a farci sorpren-dere dalle bellezze del territorio. Anche quest’anno, infatti, le classi quarte e quinte dell’Istituto Santa Marta hanno aderito all’iniziativa culturale “Conosci Cantù”, organizzata e promossa da Pro Cantù, con il sostegno della Cassa Rurale ed Artigiana. Il progetto, suddiviso in quattro differenti itinerari, ha lo scopo di condurre le classi partecipanti alla riscoper-ta del territorio canturino e del patrimonio storico- artistico dell'antico borgo di Canturio dal V al XIX secolo. Dopo l’incontro con Renata, la nostra guida, abbiamo visitato la Basilica Prepositurale di San Paolo, edificata alla fine del XI secolo, elevata a Basilica Romana Minore da Pio XII e gemellata con San Paolo fuori le mura a Roma. Abbiamo ammirato l’affresco raffigurante il trionfo di San Paolo, le vetrate del coro che rappresenta-no episodi della vita del Santo, la tela del martirio di Sant’Apollonia e gli affreschi sopra le navate che recano i Santi Canturini, le cui reliquie sono conservate in Galliano. All’esterno svetta l’altissimo campanile che era in origine una torre in pietra del Castello di Pietrasanta e permetteva di abbracciare con lo sguardo tutto il terri-torio circostante. Accanto alla chiesa si trova la Cappella della Madonnina (Battistero di San Paolo), un picco-lo edificio all’interno della quale sono stati rilevati reperti archeologici dei primi secoli del Cristianesimo e affreschi. Grazie alla sapiente opera di restauratori, si possono ammirare nell’abside: l’immagine della Ma-donna circondata da angeli con i monumenti principali del Borgo di Canturio e, ai lati, episodi della vita di Cristo: nascita, circoncisione e adorazione dei Magi. Purtroppo la Porta Ferraia non era aperta al pubblico, ma la nostra simpatica guida ci ha riservato una sor-presa, conducendoci all’interno del museo che si trova appena fuori dalla Basilica. L’entusiasmo dei bambini era tangibile! La sala principale espone vesti, reliquie, calici, tele, antichi testi sacri e tanti altri oggetti, che sicuramente hanno incontrato il favore e lo stupore di tutti. La città di Cantù conserva davvero (e davvero bene!) le tracce del passato. Soddisfatti dell’esperienza, siamo tornati a scuola contenti che la pioggia ci abbia concesso una piccola tre-gua, per permetterci di vivere questa bella e divertente lezione di storia e arte al di fuori dell'ambiente scola-stico. All’anno prossimo!

Anna Tolva
leggi tutto

Tutti pronti, o quasi... per Mary Poppins!

Tutti pronti, o quasi... per Mary Poppins!

Capita tutti gli anni di aver preparato con cura uno spettacolo ed a poche ore dalla prima essere as-saliti da mille dubbi: saremo pronti, sarà meglio rinviare, forse ancora qualche prova e poi... A tutti quelli che posseggono la creatività del dubbio, è dedicato questo brano. È tratto da "Parole sul mimo" di Etienne Decroux,
Etienne Decroux: Presentazione di uno spettacolo da DECROUX: "Parole sul mimo" Eccomi davanti al sipario per parlarvi un po' della nostra arte e del nostro spettacolo. Se lo spettacolo fosse perfetto, non ne parlerei affatto. Se le nostre scenografie seducessero, se fossimo accompagnati da una musica adatta alla nostra recitazione, se questa recitazione fosse sempre comprensibile, sempre variata, sempre bella, se i nostri intrecci drammatici tenessero ininterrottamente sveglia la curiosità, stuzzicandola a volte e a volte soddisfacendola, se noi fossimo un fulgore per gli occhi, un incanto per le orecchie, la lucidità per la mente, il calore per il cuore; se, spingendoci fino alla prudenza, ci fossimo trincerati dietro qualche grande nome d'autore e avessimo preso il nostro soggetto nel mondo misterioso del passa-to o di terre lontane, non dovrei dire nulla, non dovrei spiegare nulla. Ma la nostra arte balbetta, il nostro spettacolo ha le sue pecche. A questo punto sorge una domanda: non dovremmo astenerci dal presentare in pubblico una cosa imperfetta, sapendo che è imperfetta? Non dovremmo aspettare che sia giunta a maturazione per presentarla? Sarebbe meglio, è evidente. Ma è così: è una cosa davvero impossibile. Non si può fare. Un'arte può progredire verso la maturità solo mostrando i primi passi, i secondi passi, tutti i suoi passi. Il progresso di un'arte implica l'artista. Il quale può perfezionarsi solo sottoponendo il proprio lavoro a dei giudici supremi, vale a dire al pubblico. Quest'artista ha bisogno di essere stimolato e lo stimolo migliore gli può venire soltanto dalla pro-spettiva del giudizio pubblico. Quest'artista ha bisogno di orientare la sua ricerca, di assestare le sue scoperte, e non riuscirebbe a farlo se continuasse ad ignorare le salutari reazioni del pubblico. Il pubblico, a sua volta, deve progressivamente aguzzare la sua capacità di comprendere, che di-venterà per lui una fonte di piacere più alto. Deve perciò seguire tutto il processo come un padre esigente e benevolo. (...) (17 marzo 1947) Etienne Decroux (1898 - 1991), creatore del mimo corporeo.
Detto questo, cioè: messe le mani avanti...ovviamente il nostro spettacolo sarà perfetto, con sedu-centi scenografie, musiche adatte, recitazione comprensibile, varia e bella, intrecci che stuzzicano e soddisfano la curiosità. Saremo un fulgore per gli occhi, un incanto per le orecchie, lucidità per la mente e calore per il cuore! Noi sì, abbiamo preso il soggetto nel mondo del passato, dal famoso romanzo, scritto da Pamela Lyndon Travers: Mary Poppins. Poi l’abbiamo rielaborato per renderlo “a nostra misura”. Si tratta di un classico della letteratura, che è stato molte volte oggetto di ispira-zione per opere teatrali e cinematografiche. Certamente la nostra versione sbaraglierà le altre! Ci vediamo il 18 Maggio a teatro!

Anna Tolva
leggi tutto

DOTE SCUOLA a.s. 2018-2019: NUOVA MODALITÀ DI RICHIESTA

DOTE SCUOLA a.s. 2018-2019: NUOVA MODALITÀ DI RICHIESTA

Regione Lombardia, con D.G.R. del 17/01/2018, n. X/7765, ha approvato la programmazione del sistema Dote scuola per il prossimo anno scolastico 2018/2019. Con detto provvedimento vengono confermate la componente BUONO SCUOLA, strumento di attuazione del principio di parità scolastica, e CONTRIBUTO PER L’ACQUISTO DEI LIBRI DI TESTO, DOTAZIONI TECNOLOGICHE E STRUMENTI PER LA DIDATTICA.
La domanda può essere presentata da uno dei genitori o dagli altri soggetti che eventualmente rappresentino lo studente interessato. Rappresenta il minore la persona fisica o giuridica a cui il minore è affidato con provvedimento del Tribunale per i Minorenni o che esercita i poteri connessi con la potestà genitoriale in relazione ai rapporti con l’istituzione scolastica.

(scarica allegato)
leggi tutto

USCITA DIDATTICA A MILANO: TEATRO CARCANO, MILANO ARCHITETTURA.

USCITA DIDATTICA A MILANO: TEATRO CARCANO, MILANO ARCHITETTURA.

Lunedì 26 marzo nel tardo pomeriggio si è conclusa la nostra uscita didattica a Milano. Mattinata intensa al Teatro Carcano con la visione del musical “Robin Hood” in lingua inglese. Qualche difficoltà di comprensione del testo rappresentato, ma molto apprezzato.
Piccola pausa pranzo e poi a piedi verso la piazza Duomo, Piazza dei Mercanti per giungere alla Pinacoteca di Brera. Proseguendo da Corso Como siamo giunti in “Piazza Gae Aulenti”per finire alla zona ex fiera Milano City Life, alla scoperta della Nuova Milano, riqualificata, gioiello dell’architettura moderna che contrappone la storicità alla modernità firmata da archistar!
…grattacieli che svettano verso l’alto, vetro, acciaio, giochi d’acqua di fontane che danno un ritmo nuovo alla città. Si riscopre l’anima green di Milano con “Il Bosco Verticale “, l’imponenza del “ Palazzo Unicredit” che si eleva nella stilosa Piazza Gae Aulenti… tutto ci mostra una città che si sta trasformando.
Un tocco di magia che ha reso la nostra giornata speciale, ricca di piacevoli sorprese, quasi a renderci partecipi del cambiamento verso il futuro. Un futuro fatto di torri asimmetriche che alterano piacevolmente lo skyline di Milano.
Il nostro percorso proseguirà in classe… facendo un passo indietro per comprendere tutto quello che ha contribuito a dare una nuova impronta al mondo dell’architettura : inizieremo dal Futurismo e dall’analisi delle figure che hanno introdotto la modernità… I ragazzi di 3°A e 3B media.
leggi tutto

Suor Emilia ci ha lasciati

Suor Emilia ci ha lasciati

Se ne è andata in punta di piedi, com’era nel suo stile.
Schiva e riservata, la sua presenza ci accompagnava da anni.
Ogni mattina ci faceva visita nei nostri uffici e il suo “buongiorno” era per noi l’inizio di una nuova giornata. Chi l’ha conosciuta sa che era una persona dotata di grande sensibilità, umanità e senso morale oltreché di una grande cultura.
Ha lasciato un grande vuoto in tutti noi e non sarà facile abituarsi all’idea di non vederla più seduta al primo piano, dinanzi all’aula maestre, coccolata dalle festose urla dei “suoi” bambini.
La sua presenza sarà sempre viva tra noi e con profonda tristezza e nostalgia la salutiamo e ricordiamo.
Eros
-------------------------------------------------------------
Oggi e domani il feretro di Suor Emilia verrà esposto nella cappella delle Suore di Santa Marta in via Montenero, 4 in Vighizzolo di Cantù.
Alle ore 18.00 di oggi giovedì 29 marzo 2018 e domani, venerdì 30 marzo 2018, verrà recitato il Santo Rosario in suffragio di Suor Emilia presso la cappella delle Suore di Santa Marta.
Sabato 31 marzo 2018 alle ore 10.30 verrà celebrato il rito funebre nella parrocchia di S.S. Pietro Paolo di Vighizzolo di Cantù
leggi tutto

Sesta settimana di Quaresima

Sesta settimana di Quaresima

Carissimi,
nella sesta settimana di Quaresima vi chiediamo di contribuire alla raccolta di latte a lunga conservazione per la Caritas Ambrosiana.
Grazie infinite
leggi tutto

Quaresima di carità: quinta settimana

Quaresima di carità: quinta settimana

Carissimi,
nella quinta settimana di Quaresima vi chiediamo di contribuire alla raccolta di prodotti per l’igiene personale per la Caritas Ambrosiana.
Grazie infinite
leggi tutto